telefono388 7258906

PREDAPPIO

E LA CASA DEI RICORDI

Data: 08 novembre 2021
Durata: 1 Giorno
Cod: Predappio



PROGRAMMA

english versione  ENGLISH VERSION

Partenza di buon mattino dai luoghi  ed agli orari previsti lungo l'autostrada in direzione Padova, Bologna...
continuazione del viaggio ed arrivo a Villa Carpena,  in provincia di Forlì, a pochi chilometri da Predappio paese natale di Benito Mussolini.
La storia di Villa-Carpena prende il via nel 1909, qui infatti, il giovane Benito si recò a prendere la futura moglie Rachele, per portarla con sè. 
La casa fu poi acquistata per 12 mila lire, prima della Marcia su Roma, e la famiglia Mussolini l'abitò per molti anni tanto che Villa Carpena assunse un valore simbolico nel Ventennio fascista con molte fotografie e cartoline che mostrano proprio il Duce, donna Rachele ed i figli impegnati in attività contadine nel podere della Villa.
Dopo il conflitto mondiale e la caduta del fascismo a Villa Carpena visse Donna Rachele e  dopo la sua morte il figlio Vittorio, facendole mantenere il ruolo di riferimento patriarcale e di punto di ritrovo di tutti gli eredi Mussolini.
La trasformazione di Villa Carpena in " Casa dei Ricordi" consente di poter visitare la struttura e di fare un autentico " tuffo nella storia" a cominciare dal parco della Villa dove c'è la casetta in cartongesso, fatta costruire dal Duce dopo la nascita del figlio Romano, il gazebo dove Mussolini leggeva, il tempietto regalo dell'Imperatore del Giappone, la statua scolpita dal grande artista Messina.
Ingresso e visita.
Trasferimento a Predappio e visita di questa splendida cittadina: strutturata su un sistema viario tipicamente latino, con tutte le strade secondarie parallele fra loro e perfettamente perpendicolari al viale principale, la cittadina fu organizzata intorno a due centri principali ancora oggi ben visibili: quello economico (mercato dei viveri, mercato del bestiame) e quello istituzionale della piazza su cui si affacciano il palazzo  municipale, la chiesa parrocchiale, la sede dei servizi sanitari, la caserma dei Carabinieri e la casa del fascio.
I maggiori architetti, che Benito Mussolini in persona chiamò a Predappio per farne la propria città di fondazione, riuscirono ad inglobare nella struttura equilibrata e razionale della cittadina i due luoghi maggiormente simbolici della sua storia recente: la casa natale di Mussolini, oggi sede di iniziative culturali di approfondimento della storia del Novecento, ed il cimitero di San Cassiano in Pennino che, realizzato per riunire in un unico mausoleo le tombe di Rosa Maltoni ed Alessandro Mussolini, oggi ospita la tomba dell'intera famiglia Mussolini e, a poca distanza, quella dell'illustre uomo politico predappiese Adone Zoli. 
La struttura e gli edifici di Predappio costituiscono la testimonianza di un vero e proprio "museo all'aria aperta", che residenti e turisti possono visitare seguendo un percorso guidato, ideato dall'Amministrazione Comunale in collaborazione con le istituzioni e con il mondo universitario, denominato "Museo Urbano".
Pranzo in Ristorante caratteristico in corso d'escursione con le tipiche bruschette e carni alla Brace innaffiate dall'ottimo Sangiovese.
Seguirà trasferimento al Cimitero del paese ove è sepolta l'intera famiglia Mussolini.
A conclusione del viaggio,  ingresso al Negozio di Luigi Pompingoli, il piu' grande e fornito della zona per l'acquisto di gadget e souvenir.
Partenza quindi per il viaggio di rientro con soste lungo il percorso ed arrivo in serata a destinazione.

 

* Il programma delle visite protrebbe non avere l'ordine d'esecuzione indicato, verrà svolto nell'ordine e a discrezione della guida autorizzata in loco e regolato dalle ore guida dell'autista del pullman.

 

viaggio precedente viaggio successivo
Torna alla lista viaggi
iscriviti alla newsletter