telefono388 7258906

CAPODANNO ITALIANO: LE MARCHE CON CENONE

CON ASSISI E PERUGIA

Data: Dal 30 dicembre 2021 al 02 gennaio 2022
Durata: 4 Giorni - 3 Notti
Cod: Capodanno Marche



465,00 euro

Quota iscriz. adulto: 20,00 €
Quota iscriz. bambino: 20,00 €

PROGRAMMA

1° giorno: URBINO - GRADARA
Partenza dai luoghi di ritrovo e agli orari previsti in direzione di Padova, Bologna...continuazione del viaggio in direzione di Gradara: Visita del piccolo borgo medievale e della Rocca Malatestiana, imponente fortificazione costruita nel XIII secolo dalla famiglia riminese dei Malatesta e teatro della storia Malatesta e della celebre storia d’amore di Paolo e Francesca..partenza per Urbino per la visita di questa splendida città che mantiene ancora intatta una tipica atmosfera rinascimentale. Il centro storico, con i caratteristici quartieri medievali fatti di stretti vicoli di mattoni rossi e le grandi piazze rinascimentali sulle quali sorgono imponenti edifici, è ricco di musei e monumenti: il Duomo, Piazza del Rinascimento, la Chiesa di San Domenico, la Piazza della Repubblica. Il museo più importante della città è il Palazzo Ducale che costituì per secoli il fulcro politico e artistico del ducato dei Montefeltro ed oggi sede della collezione d’arte più importante della regione: la Galleria Nazionale delle Marche, con opere di Piero della Francesca, Paolo Uccello,Raffaello, Tiziano. Continuazione del viaggio in direzione Grottammare. All'arrivo,  sistemazione nelle camere con cena e pernottamento.

2° giorno: FERMO - OFFIDA
Prima colazione in hotel e partenza per Fermo, paese antichissimo e molto suggestivo. Visita del Duomo, della Piazza del Popolo, del Palazzo dei Priori. Pranzo in corso d'escursione. Nel pomeriggio trasferimento ad Offida, antico centro del popolo preromano dei Piceni nelle colline tra Tesino e Tronto. Visita della città e del Museo del Tombolo. Proseguimento per la Riviera delle Palme di San Benedetto del Tronto e visita del centro della città. Rientro in hotel. Preparativi per il Cenone. Serata di gala in hotel. Pernottamento.

3° giorno: SAN BENDEDETTO DEL TRONTO - ASSISI - PERUGIA
Prima colazione in hotel (tarda mattinata) e panoramica di San Bendetto del Tronto, conosciuta  come la capitale della cosiddetta “Riviera delle Palme”, frequentata ogni estate da migliaia di turisti. È famosa per il suo lungomare ricco di sculture, giardini e opere d’arte, e le numerose attività che è possibile fare all’aria aperta. Famosa sin dal 1800, è caratterizzata dalle numerose ville in stile liberty e dalle palme che costeggiano il lungomare. Pranzo libero...Partenza in direzione dell'Umbria. Sosta ad Assisi incantevole cittadina situata su uno sperone del monte Subasio. Tra i monumenti più importanti da vedere . Vi ricordiamo: la Basilica di San Francesco, le Chiese di Santa Chiara e San Pietro, il Duomo, S.Maria Maggiore... Trasferimento in serata in hotel a Perugia, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

4° giorno PERUGIA e rientro
Prima colazione in Hotel. Intera mattinata dedicata a Perugia:  Il capoluogo è città universitaria e vivace capoluogo della regione: offre attrazioni di grande interesse storico-artistico, dalla città sotterranea alla Porta Marzia e l'Arco Etrusco, dal Palazzo dei Priori e la Sala dei Notari al Duomo, la Fontana Maggiore, Corso Vannucci, i vicoli medievali e le piazze con vedute spettacolari. Al termine pranzo in Ristorante. Partenza per il viaggio di reintro con soste lungo il percorso ed arrivo in serata a destinazione.

 

CURIOSITA'

La regione si distingue per una forte omogeneità: gran parte del territorio è collinare, i centri abitati sono per lo più posti sulle sommità dei rilevi e il paesaggio agrario, derivato dalla mezzadria, è ovunque caratterizzato da numerosi piccoli appezzamenti, bordati da querce secolari e segnati da case coloniche; la percentuale di popolazione sparsa è a tal proposito tra le più alte d'Italia. Dal punto di vista antropico la regione è altrettanto omogenea: nonostante la notevole varietà dei dialetti, l'indole degli abitanti è descritta nei testi come uniforme in tutto il territorio. Inoltre, la Storia marchigiana è stata caratterizzata da una serie di autonomie parallele in ogni zona; lo stesso plurale del nome ne sancisce infatti l'unità fondamentale pur nella ricchezza di aspetti locali. La vocazione all'autonomia di ogni zona è anzi paradossalmente il fattore maggiormente unificante. L'economia si caratterizza per un modello economico-imprenditoriale peculiare, definito "modello marchigiano".

 

viaggio precedente viaggio successivo
Torna alla lista viaggi
iscriviti alla newsletter