telefono388 7258906

ANTICA VERONA ROMANA

Data: 06 giugno 2021
Durata: 1 Giorno
Cod:



PROGRAMMA

english versione  ENGLISH VERSION

Partenza di buon mattino dai luoghi e punti di ritrovo previsti in direzione di Vicenza..continuazione del viaggio e arrivo a Verona. Incontro con la guida e inizio della visita della città: Verona è visitata ogni anno da quasi 3 milioni di turisti, molti dei quali stranieri, per via della sua ricchezza artistica e architettonica (tra i monumenti più conosciuti l'Arena e la casa di Giulietta), e per le varie manifestazioni annuali (tra le quali le più importanti la stagione lirica areniana e l'estate teatrale veronese).La città è stata dichiarata patrimonio dell'umanità dall'UNESCO per la sua struttura urbana e per la sua architettura. E’ infatti uno splendido esempio di città che si è sviluppata progressivamente e ininterrottamente durante duemila anni, integrando elementi artistici di altissima qualità dei diversi periodi che si sono succeduti, rappresenta inoltre in modo eccezionale il concetto della città fortificata in più tappe determinanti della storia europea.Verona è una delle maggiori città d'arte d'Italia per le sue ricchezze artistiche e archeologiche. La città ha uno sviluppo complesso, ma due opere murarie ne accentuano la divisione tra parte romana e moderna (fino alla seconda metà dell'Ottocento): da una parte le mura romane che circondano il cuore della città tra porta Borsari, porta Leoni e le mura di Gallieno, dall'altra la cosiddetta circonvallazione interna con fortilizi rinascimentali (completati sotto gli austriaci). Nella Verona antica è sensibile l'opera restauratrice di Cangrande della Scala: il forte impatto visivo dato dal colore rosso dei mattoni degli splendidi palazzi gotici è temperato dal sapiente utilizzo dell'antico marmo bianco romano; opera, questa, frutto della politica scaligera di ritorno ideale ai fasti imperiali. Da qui la nuova urbs marmorea, rifulgente nel bianco lastricato di piazza delle Erbe, al centro della quale troneggia luminosa la fontana di Madonna Verona, composta di parti provenienti dalle antiche terme romane. Verona inoltre presenta numerosi monumenti di epoca romana, costruiti tutti dopo il I secolo a.C., quando ci fu la ricostruzione della città all'interno dell'ansa dell'Adige. Il monumento più famoso in assoluto, diventato simbolo della città stessa, è l'Arena, il terzo anfiteatro romano per dimensione dopo il Colosseo e l'anfiteatro capuano, ma il meglio conservato tra questi, tanto che viene utilizzato oggi per ospitare il famoso festival lirico areniano.
Pranzo in corso d'escursione. Breve tempo a disposizione e conclusione della visita di questa splendida città. Partenza per il viaggio di rientro con soste lungo il percorso ed arrivo in serata a destinazione.



CURIOSITA'

Verona è la città degli innamorati! E' la città di Romeo e Giulietta, il celebre capolavoro di Shakespeare. Grazie alla popolorità dell'opera shakespeariana il nome "Verona" è stato adottato da molte città statunitensi (più di dieci!), canadesi ed australiane.

Dante Alighieri dedicò Il Paradiso della Divina Commedia a Cangrande della Scala, Signore di Verona. La città dell'Arena romana! La terza più grande al mondo (dopo il Colosseo e l'anfiteatro di Santa Maria Capua Vetere, Caserta) ed una delle meglio conservate; tant'è che è attualmente utilizzata per una ricca serie di eventi e festival. In origine era usata principalmente per la tauromachia (la corrida) e la lotta dei gladiatori, truce spettacolo, infine interrotto nel quinto secolo da un decreto dell'imperatore cristiano Onorio.

Odio e amo. Perché io faccia questo, forse domandi. Non lo so. Ma sento che accade e mi tormento... recitano gli immortali versi del poeta latino veronese Catullo (conteso però dal comune di Sirmione). Verona in epoca romana fu un ragguardevole scalo commerciale attraversato da importanti strade come la Claudio Augusta (da Roma alla Germania), la Postumia (Genova - Aquileia) e la Gallica (Verona - Lione).

Paleontologi visitate il Museo di Scienze Naturali! Le Piccole Dolomiti sono una miniera di reperti fossili di straordinario valore! Il grande architetto latino Vitruvio nacque a Verona; è autore del De Architectura, l'unico scritto classico sulla materia giunto fino a noi. Occhio al coro e agli armadi della sagrestia di Fra' Giovanni da Verona nella bella chiesa di Santa Maria in Organo. Sono fra i più importanti intarsi lignei del rinascimento italiano!

Verona patria dei Mohicani! Qui nacque l'autore di Sandokan, Emilio Salgari! Il suo primo successo, "La tigre della Malesia", fu pubblicato nel 1883 a puntate sul quotidiano veronese La nuova Arena. Nella bella Piazza delle Erbe, ci sono tanti interessanti monumenti. In particolare occhio all'Arco della Costa, che congiunge due importanti palazzi storici, la Casa del Comune e la Casa del Mazzanti. L'arco è così detto per l'osso di cetaceo che vi è appeso!

Il Giardino Giusti è considerato uno dei più belli esempi di giardino rinascimentale all'italiana, un vero paradiso verde. Il Giardino all'Italiana è stato un grande successo, tanto da imporsi in tutta Europa, con le sue geometrie, architetture e rigore prospettico, tipiche della cultura figurativa dell'umanesimo italiano, fino alla comparsa del Giardino all'Inglese, sinuoso, irregolare, fintamente naturale (ovvero le piante sono poste in ordine casuale e non organizzate), che si imporrà anche in Italia in epoca romantica.

Alle spalle del bellissimo Duomo, entrate con deferenza ed educazione nel Palazzo del Vescovado! Qui Giovanni Della Casa iniziò a stendere il Galateo, manuale delle buone maniere che tutti dovrebbero conoscere. Verona città di pittura! Tanti pittori sono nati qui: Pisanello, Altichiero, Liberale, ma soprattutto Paolo Caliari, detto il Veronese. Egli è stato alfiere della pittura veneta del cinquecento, gloria del rinascimento italiano.

Sulla facciata di San Giorgio in Braida vi sono ancora i fori di proiettili di un conflitto fra francesi ed austriaci del 1805. La magnifica fabbrica di San Zeno, capolavoro dell'arte romanica, ricca di preziosi addobbi e tele, custodisce le spoglie del Santo, Vescovo di Verona. In una cappella c'è il masso sul quale meditava Zeno, mentre pescava nell'Adige!

Bello il carnevale veronese del Venerdì Gnocolar, con una sfida gustosa ad elegger il Papà del Gnoco! Sembra che la festa sia nata durante le guerre fra Carlo V e Francesco I, quando, a fronte delle penurie e per prevenire disordini, furono elargite vivande gratis alla popolazione. Nella seconda settimana d'aprile non perdete la fiera enologica di Vinitaly ("Salone internazionale dei vini e dei distillati"), fra le più importanti nel settore.

 

Modalità di pagamento: viene richiesto un acconto di 25% al momento dell’iscrizione e saldo prima della partenza.

Penali per l’annullamento: per cancellazioni dai 50 ai 30 gg prima della partenza penale del 10%, dai 29 ai 21 gg penale del 25%, dai 20 ai 15 gg penale del 50%,  dai 14 ai 8 gg penale del 75%, dal 7° giorno al giorno prima della partenza penale del 100%

Stiamo lavorando in smart working:
Per ulteriori informazioni e luoghi partenza telefonare al n.ro 388 7258906.

viaggio precedente viaggio successivo
Torna alla lista viaggi
iscriviti alla newsletter