Duemori viaggi facebook

telefono339 2781755 - 0445 480898

Offertissima: weekend a VIENNA.

Data: Dal 27 al 29 ottobre 2017
Durata: 3 Giorni - 2 Notti
Cod: Vienna 2017


PROGRAMMA

english versione  ENGLISH VERSION

1° giorno: verso GRAZ - VIENNA
Partenza di buon mattino dai luoghi e punti di ritrovo previsti e lungo l’autostrada per Mestre, Udine arrivo al Tarvisio...Continuazione per Klagenfurt e Graz. Sosta per il pranzo libero durante il percorso e la panoramica della città. Proseguimento per Vienna attraverso la Stiria e la pianura danubiana. Arrivo in serata nella capitale austriaca; sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

 


2° giorno: VIENNA

Prima colazione in albergo. Incontro con la guida. Intera giornata dedicata alla visita della città. Vienna è una delle più prestigiose metropoli dell’Europa Centrale, situata sulla riva destra del ramo del Danubio, in un ampio paesaggio che abbraccia la vasta pianura danubiana. Al mattino vedremo il centro storico lungo la Ringstrasse con ai due lati la Chiesa Votiva, l’Università, il Rathaus con l’altissima Torre, il Burgtheater, il Parlamento,  i Musei della Hofburg, il Palazzo Reale. Pranzo in corso d'escursione. Nel pomeriggio vedremo il Palazzo dell’Opera (solo esterno), l’interno del Duomo di S. Stefano e, se possibile, le Tombe Imperiali. Rientro in albergo nel tardo pomeriggio. Cena in hotel. Se possibile giro panoramico della città illuminata in pullman. Pernottamento. 


3° giorno: VIENNA e rientro

Prima colazione in albergo e incontro con la guida. Mattinata dedicata alla visita del Castello di Schoenbrunn con i suoi favolosi giardini che ricordano il periodo di massimo splendore degli Asburgo. Proseguimento quindi per il moderno quartiere “Uno City” ed arrivo alla Donauturm, la torre della televisione inaugurata nel 1964 (alta ben 252 metri). Pranzo libero in corso d'escursione. Nel pomeriggio partenza per il viaggio di rientro, lungo l’autostrada per Graz, Klagenfurt, Villach; ingresso in Italia dal valico del Tarvisio e continuazione per Udine, Mestre e Padova. Soste lungo il percorso e arrivo in tarda serata a destinazione.


CURIOSITA'
E’ la "porta" che dall’Occidente conduce in Oriente, l’ingresso privilegiato dell‘est europeo al cuore del Vecchio Continente: questa è Vienna, splendida capitale austriaca dal glorioso passato imperiale. Se la posizione strategica è stata la causa delle tentate invasioni dell’esercito ottomano, la collocazione di assoluto rilievo in imperi di grande estensione ha lasciato in eredità alla città uno spirito cosmopolita ed una suggestiva struttura monumentale. Voluta così da sovrani "illuminati" che chiamarono a corte architetti geniali per farne una sontuosa capitale, Vienna è diventata nei secoli cornice speciale delle creazioni degli artisti più affermati; basta pensare alle insolite foglie d’oro della cupola della "Secessione", alle volute imperfezioni delle case di Hundertwasser oppure all’edilizia sperimentale del Karl Marx Hof per ritenere giustificata una definizione del genere. Dura ormai da qualche secolo e non sembra sbiadirsi con il tempo invece la fama di "città in musica" o di "capitale a passo di valzer", appellativi che accompagnano da sempre la descrizione di Vienna: sembra il minimo per una capitale che ha dato i natali a compositori del calibro di Strauss e Schubert, ha ospitato artisti di rilievo assoluto, quali Beethoven e Mozart e da anni saluta l'arrivo dell'anno nuovo con uno spettacolare concerto trasmesso in tutto il mondo. Sono questi motivi a spingere turisti di tutto il mondo verso la città, uniti al fascino di una cultura complessa, alla ricchezza di collezioni prestigiose ed alla bontà di un'arte pasticcera che non ha eguali al mondo.
Anche se il primo insediamento nel luogo dove attualmente sorge la città risale al terzo millennio a.C., le notizie più approfondite di Vienna riguardano il periodo dell’Impero romano e parlano di un municipio creato con il nome di Vindibonia. Nel decimo secolo Vienna è guidata dalla dinastia dei Babenberg e comincia una fase di crescente sviluppo; la successiva annessione del paese ai domini asburgici porta la città ad un periodo di grande prosperità. Divenuta sede principale del Sacro Romano Impero nel 1438, nei secoli Vienna respinge per due volte l’assedio turco (1529, 1683) e per due volte è occupata dalle truppe napoleoniche (1805, 1809); il 1700 è comunque il "secolo d’oro" della città che cresce economicamente e demograficamente. Dopo la prima guerra mondiale e lo sfascio dell’Impero, il paese si libera dal dominio degli Asburgo ma nel 1938 subisce l’invasione delle truppe tedesche e Vienna diventa provincia del Reich. Le tragiche vicende della Seconda Guerra Mondiale portano in città le macerie e l’esercito russo, che nel 1945 libera Vienna dall’invasore tedesco. A guerra finita le potenze vincitrici gestiscono il controllo di Vienna dividendola in quattro parti; la città riacquista la propria autonomia nel 1955 e diventa negli anni importante centro della diplomazia internazionale, grazie alla dichiarazione di neutralità della nazione.


* Il programma delle visite protrebbe non avere l'ordine d'esecuzione indicato, verrà svolto nell'ordine e a discrezione della guida autorizzata in loco e regolato dalle ore guida dell'autista del pullman. 

iscriviti alla newsletter