Duemori viaggi facebook

telefono0445 480898 - 388 7258906

MERCATINI E PRESEPI NELLE MARCHE

Data: Dal 22 al 23 dicembre 2018
Durata: 2 Giorni - 1 Notte
Cod: mercatini presepi MARCHE


PROGRAMMA

1° giorno : verso URBINO - CANDELARA
Partenza di buon mattino dai punti di raccolta previsti in direzione di Padova, Bologna,...Arrivo ad Urbino e pranzo libero; Urbino è la “città ideale” di Federico, sede di una delle civiltà più complete e raffinate del Rinascimento italiano. Grandi artisti come Laurana, Francesco Di Giorgio Martini, Paolo Uccello, Piero della Francesca hanno lavorato qui e vissuto nel Palazzo Ducale, oggi Galleria Nazionale delle Marche, con le sue 27 sale: un autentico scrigno di opere d’arte dislocate negli appartamenti di Federico e della Duchessa. Tra i tanti capolavori del rinascimento esposti nella Galleria, si trovano due delle più importanti opere di Piero della Francesca: la “Flagellazione” e la “Madonna di Senigallia”. Attraverso scalinate e viuzze potrete percorrere la parte medievale e rinascimentale della città rimanendo incantati dall’Oratorio San Giovanni, con gli affreschi dei Fratelli Salimbeni, dal Duomo, da Palazzo Ubaldini, dalla casa natale di Raffaello Sanzio, il Divin pittore.Troverete in tutta la città decine di presepi saranno allestiti nei vicoli del centro storico nelle piazze, nei palazzi storici e negli oratori, che creeranno una bellissima atmosfera natalizia. Trasferimento nel pomeriggio a Candelara per partecipare a Candele a Candelara, il primo mercatino natalizio italiano dedicato alle candele dove ogni sera la luce artificiale viene spenta per lasciare posto a migliaia di fiammelle accese. Un’atmosfera unica e suggestiva grazie a due spegnimenti programmati di 15 minuti ciascuno. Tantissimi gli eventi che arricchiranno Candele a Candelara, partendo dai “Bolliti d’Italia” un evento dedicato ad un piatto tipico della tradizione natalizia contadina, brodi, cappelletti e lessi di carne. Arrivando all’ Officina di Babbo Natale dove centinaia di bambini potranno lavorare con diversi materiali (creta, cera, carta, legno ), e realizzare addobbi e figure legate al Natale. I bambini potranno incontrare Babbo Natale e consegnare direttamente una letterina con espressi i propri desideri. Cena e pernottamento in hotel.

2°giorno:  SERRUNGARINA, MONTEMAGGIORE AL METAURO - FANO e rientro
Prima colazione in hotel e trasferimento a Serrungarina.Paese del frutto tipico chiamato anche "pera angelica" e dei forni profumati, ogni anno i fratelli Paolo e Claudio Valentini progettano un nuovo ambiente per il bellissimo Presepio meccanizzato, un'opera d'arte vera e propria in esposizione presso i locali parrocchiali.Trasferimento a Montemaggiore al Metauro, Il borgo murato di Montemaggiore, un tempo chiamato Mons Major, nacque in cima alla collina nel corso dell’alto medioevo. Il nome era chiaramente ispirato alla sua posizione dominante su tutta la valle. Come tutte le fortezze, era dotato di strutture difensive, torri e ponte levatoio, ma di ciò resta solo la poderosa cinta muraria.La storia del presepe di Montemaggiore inizia nel 1991 con l'arrivo in parrocchia di don Marco Polverari che lo realizzò per la prima volta in questo locale chiamato "Cappellina dei Santi". L'anno sucessivo fu realizzato nei locali del "Sacramento", dove rimase per due anni. Nel 1994 venne realizzato in chiesa un presepe artistico che occupava l'intero presbiterio, dentro il quale don Marco celebrò tutte le Funzioni Natalizie fino a Carnevale. Nello stesso tempo era sempre in funzione il presepe del "Sacramento". L'anno dopo venne realizzato il primo presepe in pianta stabile nei locali interrati della Chiesa. Per la sua caratteristica scenica del paesaggio tipicamente palestinese e le sue viste prospettiche fu, ed è tuttora giudicato da molti esperti, uno dei più bei presepi esistente della nostra regione. Negli anni sucessivi il presepe è stato continuamente modificato, la parte centrale è rimasta invariata, salvo qualche piccolo ritocco, in quanto, per la sua straordinaria bellezza, è opinione comune che debba rimanere così come realizzato per la prima volta. Oggi il presepe occupa una superficie di circa 150 metri quadrati, è animato da 50 statuine in movimento di cui 42 sono pezzi unici, in quanto costruiti a mano utilizzando statuine classiche e da 250 statuine fisse alte da 3 a 50 centimetri.Trasferimento a Fano per pranzo in ristorante nella piazza del mercato del pesce, accanto alla pescheria e gestito da pescatori con la degustazione della moretta fanese.Passeggiata guidata nel centro storico dove si ammirano l’Arco d’Augusto, il Palazzo del Podestà, le Tombe Malatestiane; la Basilica Cattedrale con gli affreschi del Domenichino, i palazzi gentilizi e le chiese di pregevole fattura. Nella Chiesa di S. Maria Nuova si trovano opere del Perugino ed una predella attribuita a Raffaello. Arrivati alle Mura San Gallo scoprirete un grande presepe meccanico permanente, collocato nelle suggestive arcate delle cantine settecentesche di un Palazzo storico del centro. il presepe copre una superficie di quasi 350 metri quadrati, di cui ben 50 metri quadri sono dedicati alla Natività, con 50 scene (diorami) che riproducono episodi biblici del vecchio e del nuovo testamento. I personaggi, di varie dimensioni e ambientati nel paesaggio palestinese ricostruito con realismo e cura di particolari, si caratterizzano per il movimento e sono oltre duecento le statue azionate da un meccanismo di moto. Partenza per il viaggio di rientro con sostelungo il percorso ed arrivo in serata a destinazione.

 

iscriviti alla newsletter