Duemori viaggi facebook

telefono0445 480898 - 388 7258906

IL MEGLIO DELL'ABRUZZO all inclusive

Data: Dal 01 al 04 novembre 2018
Durata: 4 Giorni - 3 Notti
Cod: A09/10


PROGRAMMA

1°giorno : LORETO- L’AQUILA
Partenza di buon mattino dai luoghi e punti di ritrovo previsti lungo l’autostrada per Padova e Bologna.. Arrivo a Loreto in tarda mattinata. Cittadina celebre in tutta la cristianità grazie alla Basilica Lauretana, costruita da Vanvitelli durante il Rinascimento, nel cui interno si trova la Santa Casa della Vergine Maria, che la tradizione cristiana vuole sia stata trasportata in volo dagli angeli dalla lontana Nazareth. Altri pregevoli monumenti sono il Palazzo Apostolico ed il Palazzo Illirico. Fin dal XIV sec., la Santa Casa diventò meta di pellegrinaggio per milioni di fedeli provenienti da tutto il mondo. Al Santuario hanno lavorato insigni artisti come il Bramante, che partecipò al progetto della facciata e il Sansovino, che curò la disposizione delle statue. Pranzo in ristorante. Trasferimento in hotel a L’Aquila ed incontro con la guida accompagnatore che seguirà il gruppo durante tutta la sua permanenza in Abruzzo. Sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

2° giorno: AMITERNUM – L’AQUILA
Prima colazione in albergo. Trasferimento ad Amiternum e visita dell’area archeologica. Rientro in città e visita del castello cinquecentesco che ospita al suo interno il Museo Nazionale d’Abruzzo. Rientro in hotel per il pranzo. Nel pomeriggio visita guidata de L’Aquila: la città fu a lungo la capitale degli Abruzzi e teatro di importanti vicende storiche: edificata nel 1254 per opera di Federico II di Svevia; il 2 agosto del 1294 nella Basilica di S. Maria di Collemaggio (il più importante edifico romanico-gotico d’Abruzzo) veniva incoronato Papa Pietro del Morrone col nome di Celestino V e con il dominio degli aragonesi L’Aquila divenne la seconda città del regno dopo Napoli; all'interno della basilica si osserva la cappella rinascimentale del celebre Papa. Altri monumenti importanti sono la Basilica di San Bernardino da Siena, la Fontana delle 99 Cannelle, il Castello Spagnolo del XVI sec., la splendida Piazza del Duomo. Rientro in albergo per la cena ed il pernottamento.

3°giorno: GROTTE DI STIFFE- BOMINACO-CALASCIO-SANTO STEFANO DI SESSANIO
Prima colazione in albergo. Partenza per S. Demetrio ne’Vestini per la visita delle Grotte di Stiffe. In questa località dell’aquilano ai piedi del monte Sirente si trova un complesso di grotte particolare perché ancora in formazione, con all’interno un torrente che dà vita a laghi, rapide e ad una notevole cascata. Questo corso d’acqua, che sorge nell’Altopiano delle Rocche, accompagna il visitatore lungo l’intero sviluppo della grotta. Si osservano bellissime concrezioni, stalattiti e stalagmiti che adornano ampi tratti della grotta come la Sala della Cascata, la Sala delle Concrezioni, quella del Lago Nero e molte altre. Trasferimento a Bominaco: borgo appartenente al comune di Caporciano in provincia di L’Aquila, conserva la Chiesa Romanica di Santa Maria Assunta e l'Oratorio di San Pellegrino, sopravvissuti alle distruzioni operate da Braccio da Montone alla metà del '400. L’oratorio interamente affrescato nel 1200 è una testimonianza eccezionale dell’arte abruzzese, gli affreschi rappresentano principalmente scene tratte dalla vita di Cristo, ma non mancano soggetti decorativi, come tutta la parte centrale della volta dipinta con motivi puramente ornamentali. Pranzo in ristorante. Pomeriggio escursione a Calascio e visita della famosa rocca e della singolare chiesa di S. Maria della Pietà a pianta ottagonale. Proseguimento per Santo Stefano di Sessanio. Borgo medioevale, possedimento dei Medici, caratterizzato ancora oggi dalla Torre Merlata che spicca nel mezzo del centro abitato; ha stradine strette e tortuose interrotte da improvvise e ripide scalinate; importanti esempi di architetture civili si incontrano lungo le caratteristiche strade. Presso un vicino laghetto si trova il santuario della Madonna delle Grazie ( XVII sec.). Nei dintorni del paese, in località "Le Condole", si possono vedere due esempi, di notevoli dimensioni, di Condole, costruzioni agro-pastorali tipiche della montagna aquilana. In serata rientro in albergo. Cena e pernottamento.

4°giorno: CAMPLI-CIVITELLA DEL TRONTO e rientro
Prima colazione in albergo. Mattina visita di Campli. Bella città d’arte ricca di monumenti; nel borgo antico si trovano la splendida chiesa di S. Maria in Platea, l’ex convento oggi sede del Museo Archeologico ed edifici civili come la Casa del Farmacista, la Casa del Medico, la chiesa romanica di S. Francesco e Palazzo Farnese, oggi sede del Comune. Nel museo archeologico si possono ammirare i resti della necropoli di Campovalano, che risalgono all’età del bronzo. L’artigianato, opera di grandi maestri intagliatori, può vantare pezzi rinomati come i “madiett”, mobiletti di legno duro e stagionato, nei quali un tempo si conservavano alimenti. Proseguimento per Civitella del Tronto. Centro storico dominato da una delle fortezze più grandi d’Europa posta in uno splendido scenario panoramico, ultimo baluardo della resistenza borbonica contro i Savoia. Si estende per più di 500 m. di lunghezza su una cresta rocciosa, coprendo una superficie complessiva di oltre 25.000 mq. Domina l'abitato dalla cima dell'altura; appare oggi, dopo il recente restauro, come un imponente complesso costituito da strutture di varia epoca e disposto a diversi livelli collegati fra loro dalle ampie rampe di accesso ottocentesche. Il paese, che sorge ai piedi della fortezza, ha un impianto urbanistico seicentesco. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio partenza per il viaggio di rientro con soste lungo il percorso ed arrivo in serata a destinazione

iscriviti alla newsletter